Google Ads: Strategia E Tattiche Aggiornate 2021

6 Feb

Tattiche per impostare campagne Google Ads e migliorare le performance

Le novità introdotte da Google Ads e le evoluzioni di ricerca degli utenti, in particolare quella vocale, comportano un costante aggiornamento alla strategia e alla tattica per la gestione delle campagne PPC.

Ecco alcune tattiche aggiuntive a quelle normalmente usate che consigliamo per far rendere al meglio le tue campagne advertising online.

Estensione della promozione

L’estensione della promozione fornisce un’attenzione e una visibilità extra al tuo annuncio Ads perché consente alle persone di fare l’affare che cercano in quanto cattura l’attenzione di chi cerca offerte in pochissimo tempo.

Secondo Google, le estensioni annuncio hanno la capacità di aumentare il CTR fino al 15%.

Un buon modo per utilizzare l’estensione della promozione è aggiungere eventi occasionali come “San Valentino”, “Natale”, “Black Friday” ecc. Dovresti anche abilitare la preferenza mobile in modo che anche gli utenti mobili possano visualizzarli.

Creare annunci tenendo presente la ricerca vocale

Si prevede che quest’anno oltre il 50% delle ricerche avverrà utilizzando la ricerca vocale.

La ricerca vocale sta diventando molto comune, grazie ai dispositivi domestici intelligenti come Alexa, Siri, Nest, OK Google… Tuttavia, molti inserzionisti non si concentrano su questo fatto quanto dovrebbero. Alcune ricerche vocali non sono in grado di intercettare adeguati annunci con le query di ricerca che generano.

Le query di ricerca vocale sono più lunghe rispetto alle normali query di ricerca, quindi assicurati di ottimizzare la ricerca vocale nel modo giusto.

Ecco qualche consiglio:

  • Il primo passo è verificare se le tue campagne stanno ricevendo traffico di utenti tramite ricerca vocale.
  • Ottieni il rapporto sulle query di ricerca dalle parole dell’annuncio.
  • Filtra tutte le query di ricerca pertinenti.
  • Utilizza uno strumento per le parole chiave per finalizzare le parole chiave per la tua ricerca vocale.
  • Includi parole chiave a corrispondenza inversa ma assicurati di aggiungere parole chiave a corrispondenza inversa basate sulla ricerca.

Maggiore attenzione agli annunci per mobile

Sembra sciocco ma fidati non lo è: prima di investire il budget in annunci specifici per il mobile, assicurati che il sito web sia ben ottimizzato per gli utenti di dispositivi mobili. 

Se il caricamento del sito Web sui dispositivi mobili richiede troppo tempo, o è poco usabile, è meglio risolvere questo problema e procedere solo successivamente con gli annunci PPC mobili.

Ecco i nostri consigli:

  • Sistema prima il sito web per offrire ai tuoi utenti un’esperienza mobile eccezionale.
  • Posiziona le estensioni annuncio mobile nei tuoi annunci.
  • Utilizza parole chiave allettanti per aiutare l’utente a prendere rapidamente una decisione.
  • Aggiungi offerte e incentivi ai tuoi annunci.
  • Ottimizza i tuoi annunci in base al giorno e all’ora utilizzando la funzione di divisione del giorno delle parole degli annunci.
  • Includi eventuali emoji nei tuoi annunci per far notare immediatamente il tuo messaggio

Offerte automatiche per superare la concorrenza

Questa strategia funziona molto bene per superare tatticamente i nostri concorrenti sul motore di ricerca di Google. 

L’offerta dei tuoi annunci Google si adatta automaticamente utilizzando questa tecnica in modo da poter superare gli annunci del tuo concorrente, ma è limitata alle campagne della rete di ricerca a cui ti rivolgi, quindi assicurati di scegliere come target la rete di ricerca giusta.

La tecnologia Smart Bidding di Google è un insieme di strategie di offerta basate sulle conversioni (CPA target, ROAS target e CPC ottimizzato) che utilizzano il machine learning per aiutarti a fare l’offerta giusta a ogni singola asta. Per cogliere le peculiarità di ogni singola ricerca, Smart Bidding utilizza una vasta gamma di indicatori relativi al momento dell’asta, tra cui il dispositivo, la località, l’ora del giorno, l’elenco per il remarketing, la lingua e il sistema operativo.

Come funziona effettivamente questa strategia?

Il primo passo è scegliere la campagna e visualizzare un quadro completo della forza del tuo concorrente semplicemente facendo clic sul pulsante “Selezionato” nella scheda “Dettagli”. Mostrerà un rapporto approfondito in modo che tu possa vedere quale concorrente ti sta superando. 

Questo rapporto ti mostrerà anche il numero di volte in cui i tuoi annunci aumentano rispetto all’annuncio dell’inserzionista elencato.

Nella fase successiva, puoi facilmente individuare tutti i domini in cui la tua quota di superamento era inferiore rispetto ai tuoi concorrenti.

Quindi, ora hai i domini che desideri superare utilizzando la quota di superamento di destinazione. È ora di implementare questa tecnica.

Fai clic su “Quota outrank target” in “Strategia di offerta”. Indica il nome del dominio che desideri superare, imposta la scheda “Target da superare”, la scheda “Limite di offerta massimo” e “Automazione dell’offerta”.

Tieni presente che le offerte automatiche conferiscono l’autorità di aggiustamento delle offerte a Google Ads mentre, nelle offerte manuali, devi impostare le offerte manualmente.

Pubblico stratificato: dati demografici e affinità

Non è un segreto che una campagna funzionerà al meglio quando definisci chiaramente a chi è destinata.

Utilizzando la potenza combinata di Google Ads e Analytics, puoi offrire alle tue campagne maggiori possibilità di successo scegliendo come target coloro che hanno maggiori probabilità di intraprendere l’azione desiderata. 

I dati demografici e interessi forniscono informazioni sull’età e sul sesso degli utenti nonché sugli interessi che esprimono nelle attività di navigazione e di acquisto online.

Aggiustamento delle offerte in base alla località

Utilizzando questa strategia, puoi assicurarti di investire il tuo budget nell’area in cui dovrebbe essere speso per ottenere il massimo dei risultati.

Apri il tuo account Google Ads e individua la scheda delle impostazioni della campagna di cui desideri impostare la località.

Nella stessa scheda, vedrai anche la scheda “Aggiustamento offerta” insieme alla Clic Tab che ti dice quanti clic stai effettivamente ricevendo da una posizione specifica.

Ora devi fare clic sulla scheda “Aggiustamento offerta” per impostare le tue offerte. Puoi impostarle specificando la percentuale per tutte le località target.

Costo per conversione mirato

L’ottimizzazione delle conversioni è un’ottima strategia per mantenere un costo per conversione stabile tra i tuoi annunci. Ti consente di ottenere tutte le tue conversioni con un budget specifico. Puoi impostarlo su una singola campagna così come su più campagne.

Ma devi assicurarti di aver impostato la funzione di monitoraggio delle conversioni altrimenti non sarai in grado di ottimizzarla correttamente.

Quando imposti il ​​monitoraggio delle conversioni sulle tue campagne, consente a Google Ads di rilevare un CPC ottimale delle tue offerte. Queste offerte sono considerate come un CPA medio utilizzato da Google per il targeting tra le tue campagne.

Il CPA mirato viene calcolato sulla base di dati storici.

Per questo motivo, è necessario considerare il target CPC per assicurarsi che non si trovi sul lato inferiore perché se le ultime conversioni monitorate dalle parole dell’annuncio rientrano nel periodo in cui non si ottengono conversioni sufficienti, ciò può influire negativamente sulla tua recente campagna.

Estensione di chiamata

L’estensione di chiamata consente di contattare subito. L’inclusione delle estensioni di chiamata nei tuoi annunci può avere un impatto positivo sulle percentuali di clic perché le informazioni aggiuntive elencate con il tuo annuncio forniscono ulteriori informazioni ai clienti sulla tua attività.

È una delle migliori strategie Google Ads per le imprese locali per massimizzare le conversioni. 

Secondo Ipsos il 70% delle ricerche da dispositivi mobili utilizza la funzione click to call. 

Elenchi per il remarketing per gli annunci della rete di ricerca

Questa strategia è molto potente se desideri personalizzare il tuo annuncio in base alle preferenze dei visitatori precedentemente visitati. 

Quando un visitatore lascia il tuo sito web senza acquistare nulla, gli elenchi di remarketing per gli annunci di ricerca ti consentono di rientrare in contatto con proprio con quel visitatore.

Attraverso un semplice codice di tracciamento, il remarketing invoglia gli utenti precedenti a tornare sul tuo sito mostrando loro i tuoi annunci mentre navigano sui siti web della Rete Display o cercano su Google termini correlati alla tua attività. Con l’attività di retargeting, il tuo brand e i tuoi prodotti restano sempre in primo piano.

wmra

Consigliamo la Guida Remarketing di Google, oppure il Corso remarketing e rete display Google Ads, l’unico certificato Agenzia Google Premier Partner.

Migliora la Call To Action

L’invito all’azione del tuo annuncio è importante perché di solito i visitatori non acquistano al primo contatto. Devi sforzarti di convincere che il tuo sito web è il migliore per il prodotto / servizio che stanno cercando.

Analizzando l’intero percorso di un cliente, puoi facilmente verificare le tue aree di debolezza in cui alcune informazioni mancano o non sono presenti in modo tale da invogliare gli utenti ad agire immediatamente. 

Il modo migliore per gestire questa preoccupazione è riconoscere quale prodotto / servizio è molto apprezzato dagli utenti invece di reindirizzarli a tutto ciò che è disponibile al momento. Consigli:

  • Aggiungi verbi attivi negli annunci Ads per renderli più convincenti
  • Non ripetere i caratteri perché lo spazio per i caratteri è limitato
  • Concentrati sull’aggiunta di parole chiave ad alto rendimento
  • Comprendi il tuo Target prima di scrivere il testo dell’annuncio
  • Eseguire test A/B

La metrica delle visite in negozio

Poiché molti consumatori cercano online prima di comprare in negozio, Google Ads può influire sulle decisioni di ricerca online che generano visite in negozio.

Per le aziende retail, sfruttare la metrica delle visite in negozio disponibile in Google Ads è un ottimo modo per ottenere ulteriore supporto per le campagne.

Le visite in negozio consentono di misurare tutto il valore degli annunci online tenendo conto delle conversioni aggiuntive che si verificano offline.

Utilizzando le visite in negozio, puoi ottimizzare le tue campagne per un maggior rendimento omnicanale e massimizzare il ritorno sulla spesa pubblicitaria totale nei canali online e offline.

La giusta strategia Google Ads

Quelli elencati sono solo alcuni semplici consigli.

Le campagne Ads sono senza dubbio un potente strumento di promozione, ma la strategia da utilizzare per ottenere risultati dalle campagne cambia costantemente.

Alcune strategie sono eccellenti per un’attività specifica, ma per altre attività possono non esserlo. Occorre scoprire quale strategia si adatta meglio alla specifica attività. 

Il modo migliore per capirlo è testare, monitorare i risultati, analizzare i dati. Noi in Studio Cappello lo facciamo in team con Google Ads Specialist, Digital Marketing Strategist, Data Analyst Specialist.


WMR Academy
Master Google Ads


Studio Cappello
Campagne Google ADS


email