Lo Shopping Omnichannel Per i Consumatori Con Reddito Limitato Post Covid

5 Mar

Canali on e offline si intrecciano sempre più offrendo in mix il loro valore distintivo

Il Covid ha portato l’e-commerce spesso ad essere l’unica alternativa per gli acquisti con negozi chiusi o per paura di contagio. Col passare dei mesi questo obbligo è diventato un’esperienza consueta nelle abitudini di acquisto di molti consumatori, trasformando l’acquisto in un’esperienza omnichannel, in continua evoluzione.

Per i consumatori con un reddito “limitato”, soprattutto ora a causa della crisi economica dovuta alla pandemia, i canali digitali sono sempre più il canale privilegiato su cui cercare informazioni e fare acquisti.

Lockdown e meno denaro in tasca hanno creato dei super consumatori online che col retail fisico mantengono meno rapporti, soprattutto con quelli che non hanno nessun appiglio sui canali digitali.

Nielsen’s Global New Shopper Normal Study ha rilevato che solo il 9% dei consumatori globali faceva regolarmente acquisti online prima della pandemia COVID-19. Ma poiché le disposizioni hanno costretto i consumatori a rimanere in casa, l’acquisto online è aumentato alle stelle, con il 27% dei consumatori globali che ha iniziato a fare acquisti online per la prima volta. 

Dati Maggio 2020:

  • il 44% dei consumatori globali ha dichiarato di fare acquisti online ogni settimana,
  • il 23% ha segnalato di fare acquisti online più volte alla settimana. 

Per i consumatori con un reddito limitato, questi indicatori sono ancora più significativi:

  • il 31% di loro è nuovo nel fare shopping online
  • il 30% fa acquisti online più volte alla settimana
  • Il 20% ora utilizza regolarmente l’online come canale privilegiato

Il 72% dei consumatori meno abbienti sono acquirenti omnichannel

Per tali consumatori i canali online hanno uno scopo che va oltre la logistica di consegna: sono un modo essenziale per ricercare, confrontare i prezzi e cercare le offerte giuste prima di decidere se uscire di casa per effettuare l’acquisto in un negozio fisico o acquistare online. 

10 punti percentuali in più rispetto ai consumatori le cui finanze non sono state colpite o influenzate dalla pandemia e 6 punti percentuali sopra la media globale.

In epoca pre Covid la percezione era che l’online sarebbe cresciuto spinto dai consumatori più danarosi, ma la scomparsa di alcune barriere come i costi di spedizione, e la crescente fiducia sui sistemi di transazione agevolati da una sempre piu utilizzata moneta elettronica, stano spostando l’attenzione sugli attori della crescita dell’ecommerce sui consumatori meno abbienti.

I tempi di consegna meno rapidi sono sempre piu compensati dal mix di vantaggio prezzo/logistica/scelta/tempovita.

E i consumatori sono disposti ad aspettare un pò di più per non perdere tali vantaggi. Anche a rinunciare ai negozi lowcost tradizionali, con conseguenze incredibili nel business model che anche colossi come IKEA stano riconsiderando.

Spinti dalla frugalità, i consumatori meno abbienti sono ora gli acquirenti omnicanale più attivi. Rispetto ai consumatori abbienti, effettuano più ricerche online, navigano più frequentemente, prestano maggiore attenzione ai prezzi e hanno più tempo per farlo. 

In tale ottica è fondamentale per i marchi e le aziende retail comprendere le intenzioni, le azioni e le attribuzioni che influenzeranno le abitudini di acquisto dei loro clienti e ricercare una nuova value propositon in ottica omnichannel. 

Capire come i consumatori utilizzano l’online, sia come risorsa che come canale di acquisto effettivo, è fondamentale per tutti i produttori e rivenditori. 

“Per rimanere nei prossimi anni competitivi nel mercato è necessario che le aziende seguano l’approccio del nuovo consumatore che è diventato Omnichannel. Al di là di questo trend, rafforzato in modo evidente nel 2020 a causa del COVID, avevamo già notato negli anni passati come i nostri clienti già utilizzavano i servizi che Pittarello metteva loro disposizione in ottica omnicanale come il click&collect o la consegna del reso in negozio.

Abbiamo trovato in Studio Cappello un prezioso partner che ci sta affiancando nel percorso di ammodernamento digitale con un supporto sia di marketing strategico che operativo.

Cosi Luca Pittarello, E-commerce Manager Pittarello Calzature.

L’arrivo e la perdurare durata della pandemia hanno quindi dimostrato quanto sia diventato dominante e strategico lo shopping omnichannel. 


Studio Cappello Omnichannel Strategy


email