L’advertising nei Social Network crescerà

18 Dic

Percorso informativo del consumatore preliminare l’acquisto di un prodotto (o di un servizio)

L’atro ieri
Giro per negozi alla ricerca di informazioni, compro qualche rivista di settore se esiste (con tutte le imparzialità tipiche di tali riviste), guardo la pubblicità, chiedo ad amici e poi alla meno peggio approfondisco due o tre prodotti anche utilizzando internet e i siti istituzionali delle marche.
Ieri
Reperisco informazioni preliminari sul prodotto offline. Poi cerco su internet, scopro e navigo i siti delle marche o i portali di recensione o test prodotti, mi iscrivo in qualche newsletter e/o richiedo ai referenti dei siti web informazioni.
Oggi
Faccio le stesse cose che facevo ieri, ma in più: trovo e leggo siti di discussione degli utenti quali blog, forum, comparatori, ambienti di ritrovo e discussione online. Mi informo se la marca è affidabile o meno. Cerco di capire gli altri consumatori che ne pensano sul determinato prodotto o servizio. Chiedo loro consigli sia su quello che sto per acquistare sia sui modi e le modalità per scegliere al meglio ed evitare fregature o acquisti indesiderati. E mi faccio una reputazione più solida delle marche.

Social Network significa oggi alta influenza nel processo decisionale preliminare all’acquisto. Per tale ragione l’advertising in tali portali è destinato a crescere velocemente (fonte eMarketer):

social network

Cresce la popolazione che utilizza internet e cresce l’accessibilità ad internet nella nostra vita, sia nei mezzi (oggi gia in consolle di videogiochi, cellulari, televisori) sia negli spazi, soprattutto grazie a umts e WiFi.

Ma “come” spendere in pubblicità in Myspace Facebook & C.?
Banner e annunci col link sono solo un passo. E forse non il migliore se non si è all’ “altezza della situazione”.
Se si devono influenzare le opinioni e crearne di positive, infatti, probabilmente non è sufficiente comparire con degli spot che di per se non offrono molto valore aggiunto, ma conterà molto partecipare attivamente alla creazione del valore percepito e monitorare l’universo di riferimento in rete per avere un feedback reale di ciò che accade. Ma occorrerà molto di più: costruirsi un’immagine prima, e mantenerla poi. Che in un ambiente come il Social Network, dove si è sempre sotto esame e costantemente in gara con gli avversari significa lavorare sulla qualità di prodotti e servizi.

Il vero marketing nel social netwrok non prevederà quindi prioritariamente budget da stanziare per occupare degli spazi pubblicitari, ma molto più importanti investimenti nel miglioramento della qualità dell’azienda, del prodotto e dei suoi servizi. A tutto vantaggio del consumatore. Che forse per la prima volta diventerà concretamente the king nei confronti delle aziende.

email