Il Nuovo Edge Rank: I Segreti Per I Primi Posti In Facebook

8 Ago

edge rank

Di recente Facebook ha evoluto il suo EdgeRank (l’algoritmo con cui fa comparire ai primi posti nella tua bacheca determinati post rispetto ad altri).

Come spiega nel suo post Alessandra Farabegoli, questi erano i fattori che determinano l’Edge Rank:

  • Affinity: quanto spesso noi (o i nostri amici più stretti) interagiamo con chi ha pubblicato un dato contenuto o con un certo tipo di contenuti. Più spesso commentiamo o clicchiamo “mi piace” su quel che pubblica una pagina o una persona, più spesso Facebook ci metterà davanti agli occhi le foto e i post di quella persona o di quella pagina; se tendiamo a interagire molto con le foto e poco coi link, Facebook ci mostrerà più foto che link
  • Weight: gli aggiornamenti vengono “pesati” in base al numero assoluto di interazioni che generano (commenti, like, condivisioni, ma anche semplicemente il fatto che qualcuno apra l’ingrandimento di un’immagine o faccia clic su un link). Più un aggiornamento suscita interesse, più spesso Facebook lo farà vedere anche a chi non l’ha ancora considerato
  • Recency: su Facebook i contenuti invecchiano velocemente, quindi attenzione al timing con cui pubblicate: cercate di farlo quando i “vostri” 

Il “nuovo” algoritmo che determina il rank dei post considera meglio e di più quanto la gente interagisce coi post stessi ma pone maggiore attenzione al fattore tempo, con un algoritmo detto Story Bumping. Prima infatti un post veniva “spinto verso il basso” da altri post successivi con maggiore facilità rispetto ad oggi.

L’altro nuovo accorgimento è il Last Actor che da maggior peso alle 50 interazioni più recenti per privilegiare i contenuti provenienti da amici o pagine con i quali si è interagito più frequentemente.

Se quindi un post viene “lavorato” (click, like, condivisione,commenti,etc..) da altre persone e soprattutto amici, anche se vecchio rimarrà più a lungo in evidenza nella vostra bacheca. I post marketta tendono invece a scomparire più facilmente.

Facebook dichiara che col nuovo algoritmo il tasso di lettura dei post è passato mediamente dal 60% circa al 70%.

Maggior rilievo quindi ai contenuti più interessanti.

Il segreto è quindi questo: scrivere contenuti interessanti. Ma che roba ragazzi!

PS
Ne parleremo sicuramente meglio al prossimo Corso Facebook

 

 

email