Il Trend Dell’Email Marketing 2016 È L’Automation

18 Lug

Trend Email Marketing 2016

Spinti dalla necessità di far decollare il business dei nostri clienti ecommerce, ci siamo specializzati nella marketing automation.

Leggi tutto...

Studio Cappello È Premier Google Partner

7 Lug

Studio Cappello Premier Google Partner

Come si diventa uno tra i migliori Google Partner AdWords?

Il percorso per diventare affiliato di Google non è semplice. Certificazioni aziendali e individuali da guadagnare, risultati (veri e verificabili) da ottenere e competenze da coltivare ogni giorno.

Leggi tutto...

Sito Mobile E Ottimizzazione SEO: La Soluzione Migliore

29 Giu

Mobile SEO Soluzioni Applicative

Gli utenti sono sempre più orientati verso un mondo mobile

La disponibilità di dispositivi sempre più potenti e sempre più a basso costo ha cambiato le abitudini dei navigatori. Oggi le informazioni sono, e devono essere, a portata di smartphone. Secondo i dati di StatCounter, a maggio il mobile ha rappresentato il 41% del traffico e in Italia la soglia è ancora leggermente sotto al 25%.

La quota del mobile dipende moltissimo dal settore d’appartenenza del sito: uno dei nostri principali clienti nel mondo dell’arredamento con il suo ecommerce raggiunge quota 22% del traffico qualificato. Se però ci spostiamo nel settore informazioni, il nostro più grande cliente supera da mobile il 69%, del traffico qualificato con un picco negli ultimi mesi grazie all’applicazione di Accelerate Mobile Page, da noi coordinata.

Siti Mobile e SEO

Un sito mobile per essere ottimizzato (agli occhi di Google) deve:

  • Mobile Friendly Label in SERPSuperare l’esame di Google Mobile Friendly: una serie di test automatici che consentono a Google di capire se quel sito è amichevolmente propenso alle SERP Mobile. Tale “esame” consente al sito di ottenere una piccola label in SERP “Mobile Friendly” e una spinta sul rank (posizionamento)
  • Avere la versione Accelerate Mobile Page, nel caso di sito già inserito nelle fonti news di Google
  • Avere una buona esperienza utente: diciamo che non è un fattore diretto di rank ma a lungo andare sicuramente porta benefici alla SEO (al posizionamento)
  • Avere una corretta impostazione strutturale: si possono scegliere 3 diverse modalità, che vedremo ora.

Le soluzioni di Google

Google ha dedicato davvero molto impegno nella creazione della documentazione per il mobile. In particolare ha definito in modo puntuale 3 soluzioni applicative affinché un sito sia ottimizzato dal punto di vista strutturale per il mobile: Responsive, Pubblicazione Dinamica, URL separati.

Mobile con Responsive

Il sito si adatta (per questo spesso chiamata anche soluzione adattativa) alla risoluzione del device. Questo è possibile tramite la corretta configurazione di CSS e Javascript.

Pregi:

  • Unico codice da manutenere e creare
  • Unico contenuto da indicizzare da parte di Google
  • È la soluzione di progettazione consigliata da Google, ma non per questo riceve un beneficio sul posizionamento

Difetti:

  • Prevedere l’adattamento in base alla risoluzione del browser
  • Prevedere la gestione della visualizzazione dei contenuti

Mobile con Pubblicazione Dinamica

Il server, in base al device che richiede una risorsa, può rispondere con un sito diverso: una sorta di cloaking legalizzato e ammesso. Quello che richiede Google è di inserire (devo andare sul tecnico) una notazione a livello di HTTP Header in cui si dice a Google che quel sito potrà presentare versioni diverse per la stessa URL a seconda del dispositivo: Vary: User-Agent.

Pregi:

  • Unica URL da gestire da parte di Google
  • Maggiore libertà per gli sviluppatori
  • Minor quantità di HTML/CSS/JS necessario

Difetti:

  • Sono a tutti gli effetti 2 siti da gestire (come frontend, cioè lato codice cliente)
  • Bisogna gestire gli User-Agent

Mobile con URL Separati

È la soluzione più impegnativa: si tratta di  siti diversi, in base a quante versioni del sito si vogliono costruire. Ogni versione del sito dovrà essere accessibile da URL diverse: in questo caso si consiglia l’uso di prefissi di dominio o di cartelle separate. Dal punto di vista SEO fortunatamente anche qui Google è stato molto chiaro, ma sono costretto a scendere in tecnicismi:

La versione desktop dovrà indicare, tramite il tag <link>, le versioni mobile disponibili in base al tipo di device o in base alle risoluzioni: su w3schools un’ampia carrellata dei valori possibili. Riporto di seguito un esempio applicativo:
<link rel="alternate" media="only screen and (max-width: 640px)" 
href="http://m.example.com/page-1">

Leggi tutto...

Chi Influenza Gli Acquisti Degli Italiani? I Top Brand Influencer Sono Digital

27 Giu

Brand Influenti In Italia

Il processo d’acquisto passa per internet. Punto. In particolare su motori di ricerca e social media

Ne è la riprova anche la ricerca sull’impatto delle marche sulla nostra vita quotidiana condotta in Italia da Ipsos: The Most Influential Brands.  Al primo posto c’è Google, al secondo Amazon, al terzo Facebook. Ma anche eBay e YouTube.

Leggi tutto...

Anatomia Della Perfetta Email Strategy B2B – Infografica

23 Giu

email_02

Come si crea una campagna di email marketing per il settore B2B?

Le email sono uno strumento basilare per le vendite e per gli imprenditori soprattutto per quelli di ultima generazione.

Leggi tutto...

AdBlock VS Marketing Gradito: L’Inbound Marketing Trionfa

22 Giu

chartoftheday_5048_the_use_of_ad_blocking_around_the_world_n

Invece di rincorrere e stressare i tuoi utenti conquistali con contenuti di valore: scopri l’Inbound Marketing

Negli ultimi anni gli editori progressivamente si sono spostati su internet trascinando con sé la mandria di “animali dell’advertising”: pronti a barattare anche la madre pur di vendere pubblicità e farla arrivare alle persone.

Leggi tutto...

Le Sequenze Motivazionali Per Le Tue Landing Page

21 Giu

Sequenze Motivazionali Landing Page

Come catturare, intrattenere e convertire un utente sulla tua landing page

Nei nostri articoli parliamo sempre più spesso degli utenti, delle loro necessità e di come comprenderle e soddisfarle per riuscire a raggiungere i tuoi obiettivi (e a superarli).

Leggi tutto...