Tendenze Dell’E-commerce Per Il 2022 E Oltre

14 Gen

I numeri parlano chiaro: l’e-commerce è ora mainstream per le persone di tutte le età!

Dai libri all’abbigliamento alla spesa, possiamo ricevere quasi tutto a casa nostra, spesso lo stesso giorno in cui facciamo clic sul pulsante “ordina” su un computer desktop o uno smartphone.

L’e-commerce ha livellato il campo di gioco per i marchi con modelli di business diretti al consumatore in grado di offrire un’esperienza online fantastica. Ma anche le aziende nate in un mondo omnicanale devono stare un passo avanti rispetto alle tendenze dell’e-commerce per assicurarsi di stare al passo con le richieste dei clienti e non essere raggiunte dalla concorrenza più agile.

Questi alcuni trend o punti su cui mettere attenzione nei prossimi mesi:

1. Maggiore prevalenza della ricerca vocale.

Gli assistenti vocali sul telefono, lo smart hub domestico e persino il telecomando della TV hanno fatto molta strada. La ricerca vocale sta diventando sempre più popolare, il che influenza direttamente i risultati di ricerca e i risultati di acquisto. 

I venditori di e-commerce devono essere consapevoli dei cambiamenti nella ricerca in modo da poter ottimizzare le vendite future. 

Come minimo, assicurati che il tuo sito di e-commerce sia ottimizzato per la ricerca vocale mobile dando la priorità al tipo di informazioni richieste dalle persone, come il sito Web e l’indirizzo fisico, il numero di contatto e l’orario di lavoro.

2. Upselling e cross-selling assistiti dall’IA.

L’intelligenza artificiale (AI) e l’apprendimento automatico fanno un buon lavoro nel prevedere le abitudini di acquisto in base alla navigazione e alla cronologia degli acquisti.

 Sebbene nessun cervello umano possa personalizzare un sito Web per ogni visitatore unico, l’IA è all’altezza del compito.  Mentre pochissimi rivenditori hanno il volume di dati necessario per una vera IA, alcuni sistemi ERP, CRM e Marketing Automation includono funzionalità di apprendimento automatico per assistere nel cross-selling e nell’upselling.

I nostri consulenti di Studio Cappello supportano le azienda nella software selection più adeguata alle loro esigenze e alla loro realtà, e nell’attività di analisi dei dati per dare il giusto carburante a tali tecnologie. Cosi come abbiamo fatto per aziende quali Pittarello, Olio Carli, AWLab, Arcaplanet.

3. Opzioni di pagamento aggiuntive.

Se la tua azienda accetta solo pagamenti tramite assegno o carta di credito o di debito, è tempo di considerare nuove opzioni. 

Molti rivenditori online ora utilizzano strumenti che consentono ai consumatori di acquistare con un piano di pagamento dilazionato senza costi aggiuntivi, ad esempio. 

4. Realtà aumentata per visualizzare gli acquisti.

I clienti non vogliono indovinare come sarebbe un nuovo divano nei loro salotti. Con la realtà aumentata (AR), non sarà necessario. L’aggiunta di questa tecnologia significa che possono utilizzare un telefono o un laptop per vedere un video dal vivo della stanza con la nuova aggiunta. Lo stesso vale per le opere d’arte, i pavimenti e molti capi di abbigliamento. 

Le aziende di e-commerce dovrebbero aggiungere attivamente AR ove appropriato per incoraggiare i clienti a “provare” virtualmente un prodotto. Ad esempio come ha fatto IKEA.

5. Strumenti di acquisto mobili più intelligenti.

Ai rivenditori in negozio potrebbe non piacere vedere le persone che guardano gli schermi dei loro telefoni, in quanto potrebbe indicare che il cliente sta valutando il prezzo o utilizza il negozio fisico come showroom per un successivo acquisto online da qualche altra parte. 

Al giorno d’oggi, tuttavia, i rivenditori esperti offrono le proprie esperienze di acquisto mobile abilitate al GPS che aiutano i clienti ad acquistare in negozio o altrove. 

Per tutti i rivenditori, quindi, un sito e un negozio ottimizzati per dispositivi mobili sono un elemento fondamentale di un’esperienza e-commerce globale positiva.

6. Crescita dei modelli di abbonamento.

Quando vendi un abbonamento, è molto più probabile che il cliente ritorni ancora e ancora. I modelli di abbonamento si sono rivelati efficaci online e molte aziende esperte stanno trovando nuovi modi per trasformare prodotti e servizi in abbonamenti che fidelizzare i clienti per mesi e anni a venire. 

Tieni presente che il successo dell’abbonamento richiede una mentalità a lungo termine e un occhio attento all’economia dell’unità, all’uso della tecnologia e al passaggio dal “servizio clienti” al “successo del cliente”, e farsi guidare dal KPI mantra il Customer LifeTime Value.

7. Rinnovata attenzione alla sostenibilità.

“Rinnovabile” e “sostenibile” non sono solo parole d’ordine. I consumatori e i governi stanno apportando importanti cambiamenti alle energie rinnovabili, alle pratiche ambientali sostenibili e al pensiero sostenibile a lungo termine. 

Anche i consumatori votano con i loro soldi e molti preferiscono le aziende con solide pratiche di sostenibilità.

8. Assistenza clienti multicanale.

I clienti passati e potenziali potrebbero voler contattare la tua azienda per il servizio clienti. Ma come? Alcuni preferiscono la chat dal vivo o una telefonata, altri e-mail, altri social o SMS.  L’aggiunta di strumenti di chatbot può alleggerire il carico di lavoro del servizio clienti, migliorare l’esperienza del cliente ed essere parte di un’esperienza cliente a tutto tondo.

Sempre se si è fatta preliminarmente una corretta analisi della Customer Journey.

9. Migliore pianificazione della distribuzione e delle consegne.

I clienti vogliono gli acquisti nelle loro mani il più rapidamente possibile. Il che significa organizzarsi adeguatamente affinché ciò avvenga. Punto

10. Marketing e prodotti più personalizzati.

Personalizzazione significa molto di più che dire semplicemente “Ciao, [nome]!” a ogni cliente che accede al tuo sito web. 

I clienti si aspettano un’esperienza omnicanale senza interruzioni e ciò richiede personalizzazione .

Con l’apprendimento automatico, le funzionalità di siti Web intelligenti e le tecnologie di tracciamento online, fortunatamente, puoi offrire a ogni cliente un’esperienza altamente personalizzata e personalizzata. Potresti anche essere in grado di personalizzare i prodotti su larga scala per aumentare ulteriormente le opportunità di vendita.

E’ una delle attività a cuì pongono molta attenzione i colleghi di Adviva quando progettano siti e-commerce User Centrici.

11. Siti web altamente ottimizzati per massimizzare le conversioni.

Lo sappiamo bene in Studio Cappello quanto può impattare la CRO per un business online. Il processo di conversione dell’utente in cliente spesso può decretare il successo o meno di un sito e-commerce.

La moderna tecnologia Web consente di distribuire due versioni di una pagina Web per vedere quale funziona meglio. 

I test AB indicano al tuo team di marketing cosa funziona meglio in modo da poter ottimizzare continuamente ogni parte del tuo sito web. Non sottovalutare l’effetto di un cambiamento di font, colore, layout, dimensioni e velocità di caricamento sulle tue vendite.

12. Ulteriore competizione pubblicitaria online.

La crescita dell’e-commerce significa che più marchi pubblicizzano i loro negozi online. Man mano che più aziende competono online, potresti vedere più concorrenza e prezzi più elevati dell’inventario pubblicitario online. 

Aspettati di pagare di più per i termini di ricerca delle parole chiave popolari e gli annunci con scheda di prodotto per articoli comuni.

Per questo affidarsi ad esperti e qualificati Ads Specialist è e sarà sempre più la strategia piu efficacie per massimizzare il ROI dei budget per advertising e comunicazione. Ed è per questo che abbiamo deciso da tempo di essere una delle agenzie di digital marketing più qualificate in Europa.

13. Analisi istantanea e apprendimento automatico per ottimizzare le vendite.

Strumenti di analisi utilizzati per richiedere un ritardo per la raccolta e l’aggregazione dei dati. Ora, molte piattaforme di analisi ed e-commerce ti danno risultati in tempo reale. Potresti vedere come i clienti interagiscono con il tuo sito web o annunci online con dati in tempo reale. 

In combinazione con l’apprendimento automatico, puoi utilizzare questi dati per capire dove si perdono le potenziali vendite in modo da ridurre al minimo la frequenza di rimbalzo e l’abbandono del carrello.

14. Modifiche alle preferenze sulla privacy dei consumatori.

Nell’Unione Europea e in California, le leggi sulla privacy online limitano ciò che le aziende possono tracciare e quali opzioni hanno quando gestiscono i dati dei clienti. È facile finire accidentalmente dalla parte sbagliata di queste leggi, quindi assicurati che la tua attività sia conforme. 

Dire ai clienti cosa fai per mantenere private le loro informazioni è un ottimo modo per creare fiducia online.

Questi trend ci sono stati suggeriti dai colleghi di Netsuite.

Le aziende più avvedute acquisiscono clienti, non vendono prodotti. Con tale visione potenziamo la strategia di marketing dei nostri clienti, facendone decollare il business.

Enrico Mollo, Sales Account Studio Cappello

Studio Cappello Ecommerce Marketing


Condividi: