Facebook Shops: Vendere Online A Portata Di Piccole Imprese E Negozi

30 Set

19 maggio 2020. Una data che segna una svolta nel mondo del social commerce

Con una live Facebook, Mark Zuckerberg annuncia che il gigante blu entra nel mondo della vendita online diretta con Facebook Shops, in aperta concorrenza di colossi quali Amazon e eBay.

La volontà di aprirsi ancor di più al social commerce era già nell’aria da tempo (basti pensare all’Instagram check-out e alla prima versione delle Vetrine), il lockdown ha semplicemente accelerato i tempi.

La scelta di rilasciare il roll out della nuova funzionalità in pieno lockdown (negli USA) non è casuale: Zuckerberg stesso ammette di aver accelerato il processo di release per alleviare i disagi causati dalla pandemia di Covid-19.

La pandemia ha beneficiato gli e-commerce già consolidati: dall’abbigliamento ai generi di prima necessità, sempre più persone si sono affidate allo shopping online per far fronte al periodo di reclusione forzata. Ma i negozi e le piccole imprese?

L’idea alla base del progetto Facebook Shops prende le mosse da questo: rendere accessibile la vendita online a qualsiasi piccola impresa o negozio

Anche con eventuali ristrette disponibilità economiche, ogni PMI può facilmente avviare un negozio per vendere la merce direttamente sui social del gruppo.

E lo si può fare in tranquillità perché un Facebook Shop è davvero facile da creare e, soprattutto, è del tutto gratuito.

Inoltre lo Shop si può interfacciare con vari tecnologie e-commerce tra cui Channeladvisor, Shopify, Woocommerce, Cafe24, Feedonomics.

Come funziona Facebook Shops

Dove passano molto tempo oggi le persone? Sui social quali Facebook e Instagram! E come raggiungerle? Con Facebook Shops naturalmente!

Partiamo da un assunto: per avere successo con un negozio anche online è necessario essere proattivi. Ciò significa non aspettare che siano i clienti a cercarti, devi essere tu a farti trovare.

È cosa nota che gli internauti spendono sempre più tempo sui social media, quindi perché non trovare un modo per mostrare loro anche un catalogo di prodotti da acquistare tra un aggiornamento di stato e l’altro.

La Vetrina sui Facebook mostra i prodotti, lo Shop è già uno step successivo.

In quest’ultimo c’è una maggiore customizzazione e la possibilità di acquistare direttamente da app, senza venire rimbalzati al sito (funzione attualmente disponibile negli USA, ma dovrebbe essere implementata entro fine anno anche in Europa).

Di più, il passaggio da Vetrina a Shop ha un grosso impatto sulla psicologia dell’utente: la percezione è che non si tratta più di una mera esposizione di prodotti ma di un vero e proprio negozio.

Un negozio attivo in tutto l’universo Facebook, basta infatti impostare lo Shop una sola volta per poterlo utilizzare sia su Facebook che su Instagram e, a breve, anche su WhatsApp e Messenger. Questo rende semplice e omogenea l’esperienza d’acquisto attraverso tutte le app della famiglia Facebook: l’utente deve caricare un’unica volta i propri dati di acquisto per poterli utilizzare in tutto l’ecosistema e quindi fare shopping con maggiore facilità.

E per problemi, dubbi e domande varie, gli acquirenti possono contattare il brand per ricevere supporto e verificare il tracking della spedizione attraverso Messenger, WhatsApp e i Direct Message di Instagram.

Si tratta quindi di un’esperienza di vendita un pò più più vicina all’acquisto in negozio: proprio come quando si ha bisogno di chiedere un consiglio a un commesso, nello Shop basta un messaggio, semplice e immediato, per ricevere tutta l’assistenza necessaria.

Privacy: esiste una pagina in cui viene spiegato chi e cosa sarà o non sarà condiviso. Secondo quanto riportato, amici e contatti non possono vedere le attività negli Shops. Per i negozianti non è possibile risalire al singolo utente, poiché vengono condivisi dati aggregati sul traffico. Per l’utente l’acquisto avviene in tutta sicurezza anche da app, perché i dati della carta di credito sono cifrati e non condivisi in alcun modo.

Certo è che la navigazione all’interno degli Shops va a impattare sugli annunci e sui post che l’utente vede all’interno dei social. È infatti possibile attivare campagne di retargeting su utenti che hanno visualizzato, aggiunto al carrello o acquistato i prodotti presenti nella ormai ex Vetrina.

Come si apre un Facebook Shop?

Inizia a Usare Shops

L’apertura dello Shop è totalmente gratuita, Facebook conta di monetizzare sul fatto che le aziende possono investire in campagne pubblicitarie per promuovere i propri prodotti. 

Condizione necessaria per la gestione di uno Shop è disporre di un Business Manager.

Per un corretto setup, chi intende aprire un negozio deve essere:

  • Amministratore della pagina Facebook (o della pagina Facebook collegata all’account Instagram su cui si intende lavorare)
  • Amministratore del Business Manager

Una volta appurato di avere le carte in regola, si può iniziare a creare il proprio “negozio virtuale”. Ecco i passaggi da seguire:

  1. Aprire Gestione Inserzioni dalla Home di Business Manager e cliccare su Gestore delle vendite
  2. Cliccare su Inizia
  3. Selezionare Il tuo sito web
  4. Per scegliere l’azienda in cui vendere, selezionare il proprio Business Manager e, cliccando avanti, confermare la visibilità sia su Facebook che su Instagram
  5. Alla sezione Aggiungi articoli, selezionare il catalogo usato più di frequente.

A questo punto, non resta che confermare e lo Shop è attivo a tutti gli effetti.

Cliccando sulla tab Raccolte, è possibile creare da 1 a 20 raccolte in evidenza che propongono ciò che gli utenti trovano sul sito (es. Uomo, Donna se si intende differenziare i prodotti per genere oppure Borse, Scarpe se si preferisce indicare la categoria merceologica, etc.).

In ogni raccolta, va caricata un’immagine di copertina e vanno inseriti da 6 a 30 prodotti. Niente paura, non vanno inseriti manualmente, cliccando nella barra di ricerca il sistema li prenderà direttamente dal catalogo: in pratica si crea una lista online simile ad un e-commerce, ma all’interno del social media.

Sempre dalla tab Gestore delle Vendite è possibile accedere anche agli Analytics dello Shop, per vedere quante persone visualizzano un prodotto e quante arrivano sul sito web passando dallo Shop.

Infine, dalla sezione Pubblico si possono creare 2 nuovi pubblici personalizzati contenenti le persone che hanno visualizzato un prodotto nello Shop: il primo sarà quello di Facebook, il secondo quello di Instagram. 

What’s next?

Le novità non finiscono e anzi nei prossimi mesi le features disponibili andranno ad aumentare. Già a partire da ottobre, gli inserzionisti disporranno di un unico catalogo multilingua, così che un post taggato mostrerà automaticamente la lingua/valuta corretta per il prodotto.

Se un inserzionista non fornisce una valuta alternativa, verrà mostrato il catalogo predefinito, ad esempio Euro.

Una funzione molto interessante è Live Shopping, che permetterà di acquistare in tempo reale: le aziende potranno andare in diretta per presentare i propri prodotti, che compariranno in fondo al video in modo che le persone possano facilmente cliccarli per saperne di più e acquistarli. 

Altra super implementazione è la realtà virtuale: nel prossimo futuro Shop sfrutterà l’intelligenza artificiale e la realtà aumentata per creare incredibili esperienze di shopping. I prodotti nei feed saranno taggati e identificati automaticamente, in modo che le persone possano cliccare facilmente per acquistare quando trovano ciò che piace.

I negozi potranno essere personalizzati per mostrare prima i prodotti preferiti o affini ai gusti dell’utente.

L’utilizzo della realtà aumentata consentirà ai potenziali clienti di provare virtualmente oggetti come occhiali da sole, make up e abbigliamento per vedere come potrebbero stare indossati. 

Già attivo negli USA e in arrivo in Europa è l’acquisto direttamente da app, per il quale è prevista una commissione fee di circa 20-30 centesimi. L’obiettivo è centralizzare il processo d’acquisto all’interno della piattaforma social per facilitare le vendite senza passare dal sito.

In fase di test anche una modalità che integri i programmi fidelity, come le tessere a punti per ottenere premi e vantaggi unici dalle proprie aziende preferite.

Insomma, di carne al fuoco ce n’è molta: Facebook Shops è una novità facile da attivare, gratuita, intuitiva e che ci aspettiamo porti un’evoluzione nel mondo del social commerce.

In Studio Cappello, Facebook Marketing Partner, supportiamo i clienti nel far crescere il loro business.


Studio Cappello Social Advertising


Impara a gestire FB ADS al meglio!
Corso Facebook ADS Pro
(oggi anche in streaming)


email