Le Conseguenze Della Rimozione Degli Annunci AdWords In Sidebar

29 Apr

Digital Stock exchange panel

Cos’è cambiato concretamente per gli annunci AdWords e i PPC?

Il 19 febbraio 2016 Google ha introdotto un epocale cambiamento della SERP: l’eliminazione degli annunci a pagamento nel lato destro della pagina e l’inserimento di 4 annunci in top-position anziché 3.

Ne avevamo già parlato tempo fa nell’articolo Meno Annunci AdWords In Sidebar, analizzando ciò che comportava effettivamente questa modifica. Ora che è passato più di un mese da questa novità, possiamo andare a vedere quali siano state le conseguenze sulle performance delle campagne AdWords.

Tanto rumore per (quasi) nulla?

In Studio Cappello gestiamo campagne AdWords per molti clienti che operano in diversi settori merceologici: sono stati proprio loro la base della nostra analisi.

Il cambiamento in SERP ha interessato solo i desktop, quindi per la nostra analisi abbiamo eliminato i dati relativi ai dispositivi mobile. Sembra un’ovvietà, ma su altri analisi fatte si sono scordati di questo piccolo dettaglio che ha compromesso i dati raccolti.

La prima conseguenza che ci aspettavamo di vedere era quella più scontata e che avevamo già preventivato nel precedente articolo: un aumento del CPC. Ce lo aspettavamo perché la competizione per le prime posizioni si è ovviamente fatta più tosta.

Dal confronto tra i dati precedenti il 19 febbraio e quelli attuali, invece, abbiamo ottenuto un altro risultato.

Il CPC è rimasto stabile o addirittura è diminuito (mediamente del 15% e nel migliore dei casi del 22%).

Inversamente proporzionale il rapporto con il CTR che è aumentato del 25%.

Questo risultato ce lo saremmo aspettati dalla rimozione delle posizioni a fondo pagina, notoriamente con CTR molto bassi.

Il richiamo all’offerta, un contenuto accattivante e pertinente all’annuncio e pagine di destinazione ottimizzate si sono dimostrati i fattori determinanti per cui, a parità di posizione media, si sono ottenuti Quality Score elevati.

Infine, tutti ci aspettavamo una “naturale” diminuzione della posizione media degli annunci vista l’alta concorrenza per le prime posizioni. Anche in questo caso i risultati hanno ribaltato le nostre ipotesi.

La posizione media è nettamente migliorata con incrementi del 10%.

Il Segreto Del Successo: La Qualità Degli Annunci

Il segreto del successo di una campagna AdWords si basa ancora sulla creazione di annunci di qualità. Il Quality Score, come abbiamo già detto, viene calcolato sulla base di CTR, pertinenza dell’annuncio ed esperienza della pagina di destinazione.

La conclusione è scontata: è indispensabile lavorare sulla qualità degli annunci, ora più di prima.

Searchadvertising_quality_score_Adwords

Ogni Adwords Specialist deve ottimizzare tutti gli aspetti che possono migliorare il Quality Score. Ad esempio, non scordarsi delle estensioni: a parità di qualità e offerta, infatti, gli annunci che contengono delle estensioni vengono pubblicati in posizioni superiori rispetto agli altri.

Punteggi di qualità elevata incidono in modo preponderante sul ranking dell’annuncio: un buon posizionamento permette di contenere i costi (gli annunci “migliori” comportano CPC inferiori) e maggiori probabilità di arrivare in top position.

Anche se il ranking di un annuncio dipende in parte dall’offerta che fai, confrontata alle offerte dei competitor, è importante ricordare che anche in presenza di CPC più bassi si può comunque raggiungere una posizione migliore. Come? Utilizzando parole chiave ed annunci particolarmente pertinenti.

Cos’è cambiato in sostanza da febbraio per chi fa il nostro mestiere?

Maggiore necessità di operare sull’ottimizzazione delle campagne e ottenere punteggi di qualità.


E i tuoi annunci come si posizionano?
Scopri come fare di meglio al corso AdWords
!


email