E-Logistic: Quale Logistica Per Il Tuo Ecommerce?

16 Feb

Passare dal retail tradizionale a quello digitale non è un passo semplice né immediato: ecco le sfide che devi affrontare e come superarle.

Pensi che la tua attuale organizzazione della logistica sia pronta a supportare il tuo ecommerce?

Se pensi di si, probabilmente pensi male per cui mi dispiace per te: fai parte dei milioni di negozi online senza futuro. Nella peggiore delle ipotesi anche se il tuo eshop avesse successo sarebbe destinato a “fallire”. Sarà proprio questo ciò che accadrà, infatti, se non riuscirai a garantire quelle soluzioni logistiche che permettano degli standard di servizio ad oggi fondamentali.

Tutti i risultati raccolti negli studi internazionali e nazionali (Politecnico di Milano, Netcomm, Nielsen etc) evidenziano, tra le altre cose, un fatto fondamentale:

Il cliente vuole la merce sempre disponibile, consegnata subito, in qualsiasi luogo e al minimo costo (se non gratis)

Ti sembra impossibile?

Prendiamo ad esempio Amazon. Nella versione Prime con 19.99 € all’anno i vantaggi per la spedizione sono enormi:

  • Un numero illimitato di spedizioni gratuite con consegna in 1 giorno lavorativo su oltre un milione di articoli, verso la maggior parte dei comuni italiani
  • Spedizioni gratuite per ordini di qualsiasi importo relativi a prodotti Amazon Prime
  • Spedizione “Mattino” a soli 5,99 € per articolo
  • Spedizione “Sera” a soli 6,99 € per articolo – disponibile nell’area di Milano

Dunque il gioco su internet si fa duro, molto duro!

Il cliente ha in mente questo servizio, ha in testa che se vede la merce in un sito questa sia disponibile, che gli arrivi proprio quello che ha ordinato, che possa rendere anche dopo 180 giorni (es. policy del reso di Zalando).

Passare dalla vendita tradizionale alla vendita online complica notevolmente la gestione del magazzino

Prima di parlare di gestione di magazzino, il primo errore da evitare è pensare di poter gestire commercio online e offline con le stesse modalità operative.

Le dinamiche del commercio online sono profondamente diverse rispetto a quelle tradizionali e dunque anche la gestione ordini richiede una gestione dedicata. Non possiamo pensare di trattare allo stesso modo ordini tradizionali in cui i quantitativi e le destinazioni sono conosciute (sono i tuoi soliti clienti) con ordini di solo pochi pezzi da spedire in tutto il mondo (è solo tua la scelta di non cogliere la possibilità di vendere i prodotti in qualsiasi parte del mondo).

Le difficoltà non mancano e, viste le differenze tra le due tipologie di vendita, il rischio di non riuscire a gestirle parallelamente è reale.

Dunque uno dei primi passi è avere un software in grado di coordinare entrambi i flussi (forse è sufficiente acquistare il modulo ecommerce del software che già usi) e far comunicare l’ecommerce alla tua azienda fisica.

Altro punto “fondamentale” è gestire gli articoli tramite un sistema di identificazione univoco.

Una soluzione potrebbe essere l’uso di barcode (nel mondo del fashion si fa ampio uso di tecnologia rfid). Tramite la scansione del codice a barre, infatti, possiamo certificare tutte le operazioni che riguardano quel singolo articolo (solo ed esclusivamente quello): dall’inventario al prelievo, alla spedizione ed eventuale reso. Attenzione: tutto ciò è possibile solo se il tuo software è predisposto a questa gestione.

Sei in grado di fare promesse al tuo cliente (e mantenerle)?

Con queste premesse, forse è bene che tu inizi a porti qualche domanda sul tuo business.

Analizza la tua organizzazione logistica: cosa è meglio per la tua attività? Gestire direttamente o affidarla a degli specialisti?

Andando più nello specifico: esistono soluzioni per poter spedire in 24/48 a basso prezzo e mantenendo un’ottima qualità? Sei strutturato per confezionare, imballare e spedire anche un singolo pezzo? Quanto ti costa? Sei in grado di continuare a gestire il tuo business online senza trascurare quello tradizionale?

Una volta spedita la merce non è finito il gioco: sei sicuro di aver inviato il prodotto giusto? E la consegna è andata a buon fine o è in giacenza in qualche luogo sconosciuto? E se il tuo cliente chiede un reso come lo gestisci?

Sono tante le domande a cui dare risposta. Continua a seguirci: nei prossimi articoli ti daremo qualche consiglio per poter risolvere tutte queste questioni!

Studio Cappello collabora con partner logistici all’avanguardia
per trovare la soluzione vincente per il tuo ecommerce

 Studio Cappello: Soluzioni Per Il Tuo Ebusiness

email