Facebook Ads: Perché Sono Importanti

12 Gen

Facebook_Ads

Consigli, spunti e riflessioni su come devi fare pubblicità su Facebook (con il massimo profitto)

Sapevi che ogni giorno passiamo circa 40 minuti su Facebook? E che siamo in circa 20 milioni solo in Italia a farlo? Oltre che “curiosare” tra i post e tenerci informati, amiamo commentare, condividere ed esprimere apprezzamenti su ciò che leggiamo. Ogni nostra interazione con un post fa sì che i nostri amici possano vedere l’attività appena compiuta, aumentandone la visibilità e l’engagement. In questo modo inneschiamo lo strumento di marketing più potente (e antico) mai inventato: il passaparola.

È ovvio quindi quanto possa essere vantaggioso sfruttare questo meccanismo per promuovere e far conoscere la nostra attività, i nostri prodotti o i nostri servizi. A questo punto entra in gioco Facebook, che con il suo strumento per creare inserzioni, Facebook Ads, ci permette di far leva sulle amicizie e sugli interessi degli utenti, sfruttandoli a nostro favore per influenzare opinioni e decisioni di acquisto.

Esaurire in un singolo articolo quanto siano importanti le inserzioni su Facebook, come si strutturino al meglio e come si analizzino i risultati non sarebbe impossibile, ma sicuramente riduttivo. Per questo abbiamo deciso di strutturare un percorso formato da diversi step che spiegheremo in diverse puntate:

  • Facebook Ads: perché sono importanti
  • Le tipologie di inserzioni: promozione di pagine esterne a Facebook
  • Le tipologie di inserzioni: promozione di oggetti interne a Facebook
  • Strutturare la Facebook Ad perfetta
  • Questione di Target: i dati geografici e demografici, gli interessi e i comportamenti
  • Cos’è e come si crea un pubblico personalizzato
  • Il pixel di monitoraggio di Facebook
  • Facebook vs. Google?
  • Il tracciamento su Google Analytics
  • Ottimizzazioni e Report delle Campagne

Facebook ci conosce (molto) bene

In media ogni mese su Facebook si contano più di 500mila nuovi utenti, oltre 400 milioni di aggiornamenti di status e 72 milioni di condivisioni di link (i dati fanno riferimento al grafico Social Media in Real Time di Coupofy). Attendibili o meno, questi numeri fanno sicuramente colpo, ma allo stesso tempo ci fanno sentire come un “granello di sabbia nel deserto”, sia come utenti singoli che come aziende.

Nonostante questa mole di numeri importante, Facebook ci studia e ci classifica tramite il Social Graph. Questo algoritmo analizza e incrocia:

  • I nostri dati personali, che spontaneamente inseriamo nei profili (età, sesso, residenza, lavoro, …)
  • Le nostre relazioni con gli utenti che definiamo come parenti, gli amici e le pagine fan
  • I nostri comportamenti (quanto tempo ci soffermiamo a leggere un post, le interazioni con le pagine fan, i clic sui link, …) e ciò che scriviamo sulle bacheche, nostre e dei nostri amici.

Tutte le informazioni che passiamo a Facebook con i nostri comportamenti finiscono in un database che sarà utilizzato dagli inserzionisti.

Raggiungi i tuoi potenziali clienti

Grazie a tutti questi dati, potrai indirizzare le inserzioni agli utenti maggiormente in target con i tuoi obiettivi, e quindi:

  • Moltiplicare i fan di una pagina
  • Espandere la visibilità dei post o di un video
  • Innescare il coinvolgimento e l’interazione degli utenti sui post
  • Promuovere un evento
  • Portare traffico qualificato a un sito web
  • Generare richieste per un prodotto/servizio
  • Aumentare le vendite di un ecommerce

creare_campagna_FB

L’enorme quantità di dati a disposizione permette a Facebook di distinguere e categorizzare ogni utente.

Di conseguenza sarà possibile impostare il target ideale degli annunci utilizzando le seguenti macro categorie:

  • Dati geografici
  • Dati demografici
  • Dati sugli interessi
  • Dati sui comportamenti
  • Dati sui dispositivi utilizzati

Un Esempio Di Facebook Ads

Azienda: punto vendita locale con ecommerce
Tipologia: accessori e abbigliamento

Obiettivo 1: aumento fanbase della pagina

Prendiamo la pagina fan “TOP occhiali – Milano” (nome di fantasia), con le inserzioni di Facebook sarà possibile aumentarne i fan, la copertura e il relativo engagement dei post.

Per aumentare il numero dei fan, imposteremo una campagna con obiettivo [“Mi piace” sulla pagina] e un gruppo di annunci rivolto agli utenti che:

  • Si trovano (vivono) a Milano, in un raggio di 40 km
  • Sono donne di età compresa tra i 25 e i 55 anni
  • Parlano italiano
  • Sono interessate ai vari marchi di occhiali da sole
  • Non sono già fan della pagina

 

esempio_occhiali_milano_ aumento_ fan_def

Obiettivo 2: aumento interazioni all’interno della pagina

Man mano che i fan aumentano, inizieremo a lavorare anche sulla copertura e l’engagement dei post.

Imposteremo una campagna con obiettivo [Interazione con il post della pagina] e 2 gruppi di annunci con target i fan stessi e lo stesso pubblico utilizzato per la promozione della pagina (escludendo i fan).

Obiettivo 3: generazione di traffico qualificato al sito

Supponiamo infine che alla pagina sia collegato anche un ecommerce su cui vogliamo far atterrare il nostro pubblico in target.

La prima campagna che dovremo impostare avrà l’obiettivo di portare gli utenti al sito, al più basso costo (CPC) possibile. Settiamo l’obiettivo [Clicca al sito web].

I gruppi di annunci (ognuno con target e budget proprio) saranno:

  • 1 rivolto ai fan della pagina
  • 1 rivolto al pubblico individuato come possibile fan della pagina, ma con impostazione geografica su tutta Italia, escludendo la zona di Milano +40 km (di cui fanno parte quelle persone che possono recarsi fisicamente al punto vendita)

esempio_facebook_ads_clic_sito_occhiali

Una volta che l’utente ha visitato il tuo sito, senza effettuare un acquisto, sarà importante monetizzare questo interesse dimostrato verso i tuoi prodotti: impostiamo anche una campagna con obiettivo [Conversioni sul sito web].

Lo scopo ultimo di questa campagna sarà quello di ottenere più vendite, al minor costo/transazione. Gli utenti maggiormente in target (e i relativi gruppi di annunci) saranno quindi:

  • I fan della pagina (sì, sempre loro…)
  • I visitatori del tuo sito (parleremo in futuro di “Cos’è e come si crea un pubblico personalizzato”)

Ora che ti ho svelato alcune tecniche per raggiungere i tuoi potenziali clienti su Facebook sei pronto per partire con la tua prima campagna.

Attenzione però, iniziare è facile e i rischi di investire male il proprio budget sono dietro l’angolo. Per non incappare in questi errori continua a seguirci (puoi anche iscriverti alla nostra newsletter)!

.

Campagna  Facebook Ads ad alta resa?
Impara con il Corso Facebook Advertising

.

email

Lascia Un Commento

Trackbacks and Pingbacks

  1. A Chi Piace La Tua Pagina Facebook? Scoprilo Dai Dati Di Insights | Studio Cappello Blog - 9 giugno 2016

    […] Facebook Ads: Perché Sono Importanti, ti abbiamo parlato dell’importanza di sfruttare il social network per far conoscere i tuoi […]

  2. Facebook Ads: perché sono importanti - 23 febbraio 2017

    […] Continua a leggere l’articolo su searchadvertising.it […]

  3. Facebook Ads: perché sono importanti Copy - 23 febbraio 2017

    […] Continua a leggere l’articolo su searchadvertising.it […]

  4. Facebook Ads: perché sono importanti - - 7 marzo 2017

    […] Continua a leggere l’articolo su searchadvertising.it […]

Leave a Reply

*

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...