L’ Advertising Non Serve

12 Giu

“Se un prodotto è buono, non c’è bisogno di fare advertising: le persone ne parlano sui social media”

Morihiro Harano, direttore creativo

La creatività di chi si occupa di web marketing e advertising (tout court) dovrebbe essere indirizzata nella collaborazione per realizzare progetti per prodotti o servizi migliori. La gente, quando hai un prodotto o un servizio migliore, poi ne parla in rete, ne diffonde la conoscenza e l’advertising al limite serve per rafforzare o amplificare tale buzz positivo.

Se un’azienda ha un budget limitato per l’advertising, come suggerisce Marihiro, meglio spenderlo per migliorare il prodotto o il servizio. Con un buon prodotto o servizio l’advertising serve a iniziarne il buzz, e i costi per la promozione diventano azioni dai ROI stellari.

Se invece il prodotto è nell’oceano rosso della concorrenza, con il budget contenuto si prolunga l’agonia di una morte certa; con un budget sostenuto si può ambire a sopravvivere nel breve ma si sprofonderà inesorabilmente nel tempo, perchè poi la gente continuerà a parlare di te e del tuo anonimo prodotto. E lo farà online, dove scripta manent e dove user content generator probabilmente posizioneranno le loro stroncature ben visibili e facilmente rintracciabili dai possibili clienti tramite motori di ricerca, comparatori, portali, social media.

Questioni di value proposition

 

email