Come accrescere il carrello medio dell’ecommerce? Consigli smart (classici del mestiere)

20 Giu

cart

Il “carrello medio” è lo scontrino medio dei clienti di un ecommerce (formato da prodotti e prezzo). Più si alza il carrello medio, meglio è naturalmente…

Questi sono i classici suggerimenti che abbiamo da tempo constatato funzionare molto bene su diverse tipologie di ecommerce nostri clienti. Ma una volta ogni due che acquisiamo un nuovo cliente ecommerce sembra che apriamo un mondo nuovo per lo stesso con questi semplici consigli (che poi per elaborarli richiedono analisi, strategia, calibrazione sulle specificità del sito).

Niente di nuovo insomma, ma solide certezze.

Spese di spedizione gratuite

Modificando lievemente i prezzi spesso si possono incorporare le spese di spedizione spingendo l’utente ad un acquisto più corposo. Se il carrello medio è di 100 euro ad esempio, la spedizione gratuita potrebbe essere offerta a 140 euro. Per risparmiare i costi della spedizione molti clienti sono spinti a comprare qualche prodotto in più o aumentarne la quantità.

Statistiche alla mano, il valore migliore cui offrire tale benefit è il 15% al di sopra del carrello medio.

Prodotti correlati

Se compro un Ipad probabilmente voglio la custodia, il caricabatterie da auto, la penna…. I prodotti correlati possono essere aggiunti manualmente ad ogni prodotto dallo Store Manager, fino ad arrivare al…

Cross-selling

Ogni volta che vai in Amazon e scegli un prodotto ti viene detto “Chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche…”. Tali prodotti vengono inseriti manualmente o automaticamente  dai software che analizzano gli scontrini dei clienti e fanno associazioni d’acquisto sui prodotti. Se chi compra una camica rossa compra tipicamente anche una maglietta blu, una cintura verde e un paio di scarpe a nere, perchè non metterli in evidenza subito?

Il corss selling, utilizzato da oltre il 70% dai siti ecommerce, può generare anche il 25% aggiuntivo delle vendite di un prodotto.

Up-selling

L’up-selling è la tecnica che consiste nel proporre sulle schede prodotto altri prodotti simili ma più costosi, ma anche più ricchi di funzioni o migliori.

Prodotti correlati, cross selling, up-selling spesso fanno conoscere ai clienti prodotti che non conoscevano invogliandone l’acquisto. Ma portano altri benefici:

  • migliore navigabilità e reperibilità dei prodotti nel sito (soprattutto quelli superpopolati di prodotti)
  • completano l’offerta e la ricerca informativa di prodotti e servizi
  • rassicurano sul fatto che altri utenti hanno fatto acquisti

Un errore da evitare è di non usare tali tecniche per forzare lo smaltimento del magazzino invenduto. L’utente non è scemo e se si accorge di questo ti abbandona rapido come il vento…

Offerta a chi supera un certo importo

Soprattutto per chi compra negli ecommerce l’obbiettivo è il risparmio. Perchè non offrire uno sconto se spende di più nel negozio raggiungendo una certa soglia?

 

Vuoi potenziare il tuo ecommerce? 
Scopri come con Studio Cappello!

.

email