Il Piè Di Pagina (Footer Web) Può Fare La Differenza

28 Feb

532b6d94bb901da7b0f9e44d68fd18a9

Uno degli elementi più trascurati da chi produce siti web (e landing page) è il piè di pagina. Male! Per il fatto che l’utente “scannerizza” le pagine prima di leggerle, il piè di pagina viene visto quasi sempre e usato per trovare motivazioni ulteriori eventuali di proseguo navigazione del sito prima del suo abbandono.

Fare un bel piè di pagina significa un pò aggraziarsi l’utente catturandone l’attenzione ma significa anche avere un’opportunità di relazionarsi in modo utile con lui offrendo informazioni strategiche.

Il che significa mettere le informazioni “che ci si aspetta di trovare”, e cioè queste:

  • informazioni di contatto
  • informazioni sull’azienda (nome, p.iva, indirizzo,…)
  • mappa del sito o suo dimensionamento (cosa posso trovare nel sito)
  • link alle sezioni principali del sito
  • copyright/licenze di utilizzo, policy
  • disclaimer o termini e condizioni (qui post)
  • link al mondo social dell’azienda
  • informazioni sull’autore/sviluppatore del sito
  • banner che mettano in evidenza cose importanti per l’azienda, esempio newsletter
  • ecommerce: prodotti correlati o informazioni aggiuntive per chi compra online basate su comportamento d’acquisto del singolo utente o di cluster di utenti simili

…ma significa anche offrire spunti, idee e riferimenti che l’utente “non dovrebbe perdere”

Il piè di pagine è elemento fondamentale della user experience, ma per capire meglio cosa voglio dire è utile vederne qualcuno a mò di esempio. Ne ho trovati di interessanti in rete (esempio in 1stwebdesigner). Ne prendo qualcuno che mi è piaciuto:

Questo è uno dei migliori piè di pagina: contiene le informazioni necessarie, nonché fornisce un elenco completo di link che aiutano a mantenere i visitatori sul sito:

Rubbik
Qui troviamo un design molto creativo che offre all’utente ulteriori informazioni utili per il proseguo di navigazione o per mettere in evidenza informazioni particolari:

New Aurich

Questo footer dimostra che si possono inserire un sacco di informazioni e diversi elementi nel vostro piè di pagina senza farlo sembrare troppo goffo:

Ultra Web Studio

Questo piè di pagina è particolarmente interessante per i blog:

Ecoki


Studio Cappello: Conversion Rate Optimization


email

Lascia Un Commento

One Response to “Il Piè Di Pagina (Footer Web) Può Fare La Differenza”

  1. Marco S. Doria 28 febbraio 2012 at 10:15 #

    Molto interessante! Da Blogger e da comunicatore, il piè di pagina è sempre la prima cosa che vado a guardare su un sito o un blog, spesso per la curiosità di sapere chi è il webmaster, ma altrettanto spesso per trovare corporate information o una panoramica della navigabilità del sito…

    Grazie mille per questo post!

Leave a Reply

*

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...