AdWords, bufera su Google accusata di frode

14 Dic


La notizia la leggo su Repubblica: Google denunicato per frode da AIT.

Ait aveva acquistato pubblicità PPC di questo tipo per somme ingenti. “Siamo investitori di lunga data e qualcosa in tutto il processo non funziona”, sostiene Alex Lekas, vicepresidente di Ait. “Se si analizza il traffico verso il nostro sito, ci sono alcuni errori che balzano all’occhio”. L’azienda avrebbe smascherato l’imbroglio dotandosi di propri strumenti in grado di verificare il traffico, dai quali sarebbe emerso che click corrispondenti a un investimento pari a mezzo milione di dollari non sarebbero stati di utenti veri ma di uno o due computer programmati per ripetere l’operazione in automatico. Secondo l’accusa Google non avrebbe fatto tutto quel che sarebbe stato in suo potere per evitarlo, oppure ancora peggio l’avrebbe saputo e avrebbe taciuto perché beneficiava di quanto stava accadendo. Al momento della denuncia la società di Mountain View ha commentato la vicenda affermando che “la causa non ha alcun fondamento e ci difenderemo con forza”.

Una delle conclusioni da trarre da questa vicenda, è che il controllore non può essere il controllato. Per tale motivo dotarsi di Urchin o del gratuito Google Analysis , ora disabilitato per eccesso di richeste, può risultare una mossa non troppo azzeccata, soprattutto per chi decide di investire somme ingenti nel Keyword Advertising.

email