10 Principi Per La Promozione Online (propedeutici il successo)

8 Mar

click_mouse

Vuoi realizzare una campagna di promozione online che abbia una resa strepitosa?

Ti ripropongo questi consigli che ho scritto nel 2010 ma che, anche dopo quasi 7 anni, mi sembrano sempre attualissimi.

Quando pensi al tuo spot virale, al banner, al “non convenzionale” (a proposito, perché continuano ancora a chiamarlo così quando oggi è stra-convenzionale? Misteri del marketing…), alla landing page della tua campagna, ricordati questi principi:

  1. Vai all’“essenza” del prodotto o del servizio: deve essere tangibile e memorabile. In termini più semplici, l’essenza è il vero e unico vantaggio sui cui basare l’esistenza del tuo prodotto o servizio. È ciò che giustifica la sua esistenza nel mondo (e quindi del mercato). Se non c’è essenza non c’è vantaggio, e se non c’è vantaggio, lascia il fianco ai tuoi concorrenti… E probabilmente, aggiungo, è meglio che individui un obiettivo diverso dal volere imporre un qualcosa che non serve a nessuno se non al tuo portafogli.
  2. Se possibile, rendi il tuo prodotto o servizio attore della scena, non solo un oggetto di sfondo. In tale modo è più facilmente ricordabile e probabilmente Ti costringerai a valorizzarlo. Più lasci spazio a testimonial, ai premi in regalo, o agli elementi di contorno, meno sarà probabile che le persone lo ricordino. E che il tuo prodotto abbia un senso… ). Ah… dimenticavo, ci sono quelli che dicono che a volte è necessario fare effetti speciali per il Brand…
  3. Immagini e testi devono essere perfettamente integrati. Nel Search Advertising in particolare, evita metalinguaggi figurati. Non c’è bisogno solo di creare emozioni, ma di soddisfare bisogni. Non si deve “interrompere” le persone, ma informarle su quello che stanno cercando.
  4. La tua promozione deve avere vitalità e personalità: solo così diventa più convincente, interessante e… virale.
  5. Non usare trucchi. Non servono. Lo so che l’ennesimo markettaro di turno ne ha pensata un’altra delle sue per vincere barando. Ma vuoi veramente essere ricordato come quello che ha basato il suo successo per aver imbrogliato gli italiani con le parole (ogni riferimento alla persona a cui stai pensando non è assolutamente casuale)?
  6. Di’ la verità. In primo luogo, è una grande trovata. In secondo luogo, si va in paradiso. In terzo luogo, si muove il business perché le persone ti daranno fiducia. Online inoltre le bugie hanno le gambe molto molto molto corte e sono oggetto immediato di tweet, post su Facebook, social media, comparatori, blog, forum…
  7. Sforzati di essere rilevante (utile) per le persone a cui ti rivolgeti. Lascia ai creativi il loro poco utile autocompiacimento… Opta sempre per un annuncio rilevante ma poco grazioso che per uno che è eccitante ma irrilevante.
  8. Sii semplice. Non ingenuo ma risoluto. Lo so che la tua agenzia pubblicitaria ambisce al premio per la migliore pubblicità artistica, ma la regola della comunicazione che funziona purtroppo è una: dire le cose in modo che le possa capire anche un bambino. …E poi pensati: chi ha voglia oggi di sorbirsi la pubblicità? Inoltre un consiglio: rimuovi ogni decorazione dalle pagine web se fastidiosa, inutile o dispersiva (riguarda il tuo sito e scoprirai quanta fuffa c’è, e quanto possa distrarre il lettore fino a spingere all’abbandono prematuro del tuo negozio…)
  9. La promozione realizzata in modo troppo tradizionale (per forma, contenuti e idee) ti può uccidere. La tua unica possibilità di battere la concorrenza è fare una pubblicità che le persone non hanno mai visto prima.  Sii coraggioso. Non copiare: innova. Non plagiare: crea. E soprattutto, osa!
  10. Fatti notare. Se la tua promozione passa inosservata, è stato tempo sprecato.

Noi dello Studio anche con questi principi nella promozione online portiamo a casa successi su successi.

Da un’ispirazione sui principi di Bill Bernbach (una leggenda nel mondo della “vecchia” pubblicità).

email

Lascia Un Commento

No comments yet

Leave a Reply

*

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...